Privacy Policy ASPP, l'Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione

ASPP

Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione

 
L’ASPP è una “figura di completamento”, che affianca il RSPP nello svolgimento delle sue funzioni.
La sua presenza all’interno del Servizio di Prevenzione e Protezione è prevista dal D.Lgs. 81/08 che definisce l’ASPP come il soggetto che possiede capacità e requisiti professionali conformi a quanto stabilito dall’art. 32 del decreto stesso. Vale la pena ricordare che l’incarico è incompatibile con l’esercizio delle funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.
 

Vuoi essere contattato da un nostro Consulente?
Compila il modulo, riceverai tutte le informazioni richieste:

 

ASPP: significato del termine

L’acronimo ASPP significa Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione, come indicato all’Art. 2 lettera g) del D.Lgs. 81/08.
 

Compiti ASPP

Coordinato dal RSPP, l’Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione si occupa di svolgere una serie di compiti, finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori.

Per svolgere in modo efficiente la sua attività deve ricevere, dal Datore di Lavoro, una serie di informazioni inerenti l’azienda o l’unità produttiva che possono essere così riassunte:

  1. la natura dei rischi;
  2. come viene organizzato il lavoro, la sua programmazione e l'attuazione delle misure preventive e protettive;
  3. la descrizione degli impianti e dei processi produttivi;
  4. i dati e le informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno oltre a quello in cui è avvenuto l’evento. A questi dati, poi, vanno aggiunti anche quelli che riguardano le malattie professionali.
  5. Eventuali provvedimenti prescritti dagli organi di vigilanza.
 
Cerchi Maggiori Informazioni sui Corsi ASPP? Vedi di seguito:

Detto questo, passiamo ad analizzare i compiti dell’Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione che, spesso, collabora con il Medico Competente nella loro esecuzione (ovviamente sempre e comunque in coordinamento con il RSPP):

  • individuazione dei fattori di rischio;
  • valutazione dei rischi e stesura del DVR;
  • individuazione delle misure adatte a garantire la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, in ottemperanza ai dettami della normativa vigente, sulla base della specifica conoscenza dell'organizzazione aziendale;
  • elaborazione, per quanto di competenza, delle misure preventive e protettive scaturite dall’analisi dei rischi e contenute nel DVR, insieme all’indicazione dei DPI adottati e ai sistemi di controllo di tali misure;
  • elaborazione delle procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
  • stesura dei programmi di formazione dei lavoratori;
  • partecipazione alle varie consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro che dovessero rendersi necessarie nonché alla riunione periodica prevista dall'articolo 35 del D.Lgs. 81/08;
  • procedere all’informazione dei lavoratori secondo i dettami dell’articolo 36 del D. Lgs. 81/08.

Naturalmente, per la delicatezza delle informazioni di cui viene in possesso, l’ASPP è tenuto al rispetto del segreto professionale.
 

Responsabilità dell'ASPP

Sebbene l’ASPP operi sotto il coordinamento del RSPP egli ha la responsabilità di portare a compimento con successo e con la diligenza del buon padre di famiglia i compiti che la legge gli ascrive. È pur vero che l’ASPP affianca colui che è il “consulente” interno del Datore di Lavoro, ossia il RSPP e che, teoricamente, è il Datore di Lavoro stesso il responsabile ultimo degli accadimenti nell’azienda o nell’unità produttiva, ma la moderna giurisprudenza volge sempre più spesso lo sguardo verso l’operato del SPP. Questo, perché il Datore di Lavoro deve poter disporre di informazioni corrette su cui basare la gestione della sicurezza sul lavoro che, inevitabilmente, gli provengono dall’operato di ASPP e RSPP.
 

La Nomina dell'ASPP

L’ASPP può essere interno od esterno all’azienda e il numero dei soggetti incaricati di ricoprire questo ruolo varia in funzione delle dimensioni dell’azienda (la legge dice che “devono essere in numero sufficiente rispetto alle caratteristiche dell'azienda”). Il ricorso a personale esterno diventa obbligatorio nel caso in cui all’interno dell’azienda o unità produttiva non vi siano soggetti in possesso dei requisiti previsti dalla norma. Per contro, in alcuni casi (espressamente previsti dal comma 6 all’Art. 31 del D.Lgs. 81/08) vige l’obbligatorietà di costituire un SPP interno all’azienda.
 

Per maggiori informazioni, compila il modulo:

    Lascia i tuoi contatti, un nostro consulente ti risponderà rapidamente!

    Nome*

    Azienda*

    Provincia*

    Telefono*

    Email*

    Messaggio*

    Le informazioni sopra riportate (azienda, provincia e telefono), sono necessarie per permetterci di formulare una proposta commerciale, laddove richiesta. Cliccando su "Invia" riceverai maggiori informazioni sul servizio da te indicato (leggi l'informativa privacy completa).

    Selezionando questa opzione accetti di ricevere la newsletter mensile. Potrai disiscriverti in ogni momento grazie al link presente in ciascuna email che ti invieremo.

    I Compiti del RSPP: elenco degli obblighi e responsabilità

    I Compiti del RSPP: elenco degli obblighi e responsabilità

    Definito dal D.Lgs. 81/08 come la persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi, il RSPP rappresenta il “consulente” interno del Datore di Lavoro a cui si rivolge per l’esatta applicazione della normativa di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

    Non solo, questa figura rappresenta il cardine su cui ruota l’intera impalcatura del complesso di relazioni ed interazioni fra le figure aziendali al loro interno e verso gli enti esterni come: enti governativi di controllo, appaltatori, clienti e fornitori.

    Vuoi essere contattato da un nostro Consulente?
    Compila il modulo, riceverai tutte le informazioni richieste:

    compiti rspp

    Quali sono i compiti del RSPP?

    Il RSPP coordina e gestisce il Servizio di Prevenzione e Protezione che ha il compito di individuare i fattori di rischio, analizzarli all’interno del DVR ed elaborare tutte le misure adatte a mantenere gli ambienti di lavoro in linea con i dettami della vigente normativa nel settore della sicurezza sul lavoro.

    Più dettagliatamente, possiamo affermare che il RSPP procede, in primis, ad un’attenta valutazione dei rischi in collaborazione al Datore di Lavoro e al Medico Competente, ove sia stata nominata questa figura. A questa analisi fa seguito l’elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi. Documento che, ai fini della prova della data certa, può essere sottoscritto anche dal RSPP.

    A seguito della stesura del DVR egli elabora, seppure per quanto di sua competenza, le misure di prevenzione e protezione emerse nel Documento di Valutazione dei Rischi e i relativi sistemi di controllo di tali misure ed elabora anche le procedure di sicurezza che interessano le varie attività aziendali.

    Ulteriori responsabilità del RSPP

    Nella aziende con più di 15 lavoratori occupati il RSPP può essere incaricato dal Datore di Lavoro di indire la riunione periodica (almeno una volta all’anno). In ogni caso, se anche il Datore di Lavoro indice da sé la riunione periodica, il RSPP è tenuto comunque ad essere presente, insieme alle altre figure coinvolte.

    Il suo intervento, poi, è necessario quando viene consultato dal Datore di Lavoro e dal Dirigente in seno ai DPI da fornire ai lavoratori.

    Il suo ruolo di “catalizzatore” del Sistema Sicurezza aziendale lo porta  a raccogliere non solo i dati aziendali, ma anche tutte le non conformità o segnalazioni di rischio, incluse quelle segnalate direttamente dal RLS.

    La collaborazione con il Medico Competente fa sì che il RSPP sia coinvolto nella programmazione dell’eventuale sorveglianza sanitaria e nell’attuazione delle misure per la tutela di salute ed integrità psico-fisica dei lavoratori e nell’organizzazione del servizio di primo soccorso.

    I contenuti del DVR e i risultati derivanti da visite mediche e sorveglianza sanitaria obbligano il RSPP a proporre programmi di informazione e formazione dei lavoratori.

    A fronte di ciò, partecipa anche a tutte le consultazioni che riguardano la gestione della salute e sicurezza sul lavoro che dovessero essere necessarie, al di là delle riunioni periodiche.

    Anche l’informazione ai lavoratori fa parte delle competenze del RSPP che si preoccupa di informare adeguatamente i lavoratori su determinati aspetti:

    • rischi per la salute e sicurezza sul lavoro connessi alla attività della impresa in generale;
    • procedure inerenti il primo soccorso, la lotta antincendio, l’evacuazione dei luoghi di lavoro;
    • nominativi dei lavoratori incaricati della lotta antincendio e addetti alla gestione delle emergenze e del primo soccorso; nonché i nominativi del responsabile e degli addetti del servizio di prevenzione e protezione, e del medico competente.
    • Informa i lavoratori sui risultati emersi nel DVR.

    Per preventivi o maggiori informazioni, compila il modulo:

      Lascia i tuoi contatti, un nostro consulente ti risponderà rapidamente!

      Nome*

      Azienda*

      Provincia*

      Telefono*

      Email*

      Messaggio*

      Le informazioni sopra riportate (azienda, provincia e telefono), sono necessarie per permetterci di formulare una proposta commerciale, laddove richiesta. Cliccando su "Invia" riceverai maggiori informazioni sul servizio da te indicato (leggi l'informativa privacy completa).

      Selezionando questa opzione accetti di ricevere la newsletter mensile. Potrai disiscriverti in ogni momento grazie al link presente in ciascuna email che ti invieremo.

      Le responsabilità di un RSPP esterno

      Le responsabilità di un RSPP esterno

      Quali sono le responsabilità di un RSPP esterno, in caso di infortunio in azienda? Sono le stesse responsabilità che gravano su un RSPP interno?

      La giurisprudenza degli ultimi anni ha chiarito questo dubbio, forse lasciato aperto dal D.lgs 81/2008: in caso di infortunio all’interno di un’azienda, sia per l’RSPP interno, sia per l’RSPP esterno, la responsabilità per non aver segnalato eventuali carenze ai fini della prevenzione del rischio per i lavoratori, quindi non essere stati all’altezza dei compiti in materia di sicurezza sul lavoro, è la medesima.

      responsabilità rspp esterno

      Quali responsabilità gravano su un RSPP esterno?

      L’RSPP esterno ha le stesse responsabilità di un RSPP interno all’azienda, ferme restando che le responsabilità in caso di infortunio sono da attribuirsi in primo luogo al datore di lavoro, colui che ha l’obbligo di salvaguardare la sicurezza dei suoi lavoratori e colui che sceglie l’RSPP della propria attività (D.lgs 81/2008). Cause recenti hanno evidenziato responsabilità per l’RSPP inadempiente ai suoi compiti se viene dimostrato che non ha segnalato situazioni e criticità nelle misure di sicurezza che avrebbero potuto evitare l’accadimento di un infortunio.

       

      Per preventivi o maggiori informazioni, compila il modulo:

        Lascia i tuoi contatti, un nostro consulente ti risponderà rapidamente!

        Nome*

        Azienda*

        Provincia*

        Telefono*

        Email*

        Messaggio*

        Le informazioni sopra riportate (azienda, provincia e telefono), sono necessarie per permetterci di formulare una proposta commerciale, laddove richiesta. Cliccando su "Invia" riceverai maggiori informazioni sul servizio da te indicato (leggi l'informativa privacy completa).

        Selezionando questa opzione accetti di ricevere la newsletter mensile. Potrai disiscriverti in ogni momento grazie al link presente in ciascuna email che ti invieremo.

        Le nostre sedi

        Visualizza su Google MapsCaronno Pertusella (VA), 21042, Via Archimede, 224

        Tel: 0296459201 – Fax: 02.964.58.936

        Visualizza su Google MapsMilano (MI), 20143, Via Santa Rita da Cascia, 33

        Tel: 0296459201

        Visualizza su Google MapsArcore (MB), 20862, Via F. Gilera, 1, presso Hotel Sant’Eustorgio

        Tel: 0296459201

        Visualizza su Google MapsNuoro (NU), 08100, Via Peppino Catte, 94

        Tel: 078438305 – Fax: 0784.235.865

        I nostri servizi

        triangolo Consulenza Sicurezza sul Lavoro
        Consulenza e redazione di documenti tecnici: DVR, POS, HACCP, DPS

        triangoloCorsi Sicurezza sul Lavoro in Aula
        Formazione in sede e presso il cliente, con trasferte in ambito nazionale

        triangoloCorsi Sicurezza Online
        Corsi Sicurezza Online per RSPP, RLS, Preposti, Dirigenti, Form. Generale

        triangoloCorsi Sicurezza in Videoconferenza
        Accessibili tramite un computer collegato ad Internet

        triangolo Diventa divulgatore di ScuolaSicurezza
        Scopri come poter collaborare con noi.