Privacy Policy

Alternanza Scuola Lavoro e Obblighi Sicurezza

Cos’è l’Alternanza Scuola Lavoro?

Attiva da un biennio, l’alternanza scuola lavoro è una modalità di apprendimento innovativa che coniuga, sono parole del portale ufficiale, “il sapere con il saper fare”.

L’alternanza scuola lavoro è figlia della legge n. 107 promulgata il 13 luglio e pubblicata in G.U. il 15 luglio 2015 (la sua entrata in vigore avverrà il giorno successivo, ndr). La norma prevede l’obbligatorietà dell’Alternanza scuola-lavoro per tutti gli studenti e le studentesse che frequentano l’ultimo triennio delle scuole superiori, licei compresi.

alternanza scuola lavoro
La legge 107/2015 cita, fra le ragioni della sua nascita, l’affermazione del ruolo centrale della scuola nella società della conoscenza, l’innalzamento dei livelli di istruzione e competenza di tutti gli studenti (nel rispetto dei tempi e degli stili di apprendimento), il contrasto delle disuguaglianze socio-culturali e territoriali, insieme alla prevenzione e al recupero dell’abbandono e della dispersione scolastica. Tutto questo, nell’intento di creare una scuola aperta che rappresenti un permanente laboratorio di ricerca, innovazione e sperimentazione nel campo della didattica.

Vuoi un preventivo per la Formazione sulla Sicurezza?
Compila il modulo, riceverai tutte le informazioni richieste:

Non solo, l’obiettivo finale è stimolare l’educazione ad una cittadinanza attiva che si faccia garante del diritto allo studio e, conseguentemente, delle pari opportunità di successo formativo e di istruzione dei cittadini.

Alternanza Scuola Lavoro: come funziona?

L’Alternanza scuola lavoro basa la sua operatività sulla Carta dei Diritti e dei Doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza. Si tratta di un regolamento, articolato su 7 punti fondamentali, che elenca nel dettaglio i diritti e i doveri che fanno capo agli studenti quando questi si trovano all’interno del percorso dell’Alternanza.

Lo scopo è ottimizzare il dialogo scuola-famiglia ed offrire ambienti formativi adeguati e sicuri agli allievi. Al termine dell’esperienza i discenti avranno la possibilità di esprimere una valutazione sull’efficacia e sulla coerenza del percorso di alternanza in relazione all’indirizzo di studio prescelto.

L’azienda che li ospiterà dovrà mettere a disposizione uno o più tutor, secondo quanto indicato nel prospetto seguente:

  1. un tutor ogni 5 studenti per attività ad alto rischio;
  2. un tutor ogni 8 studenti per attività a medio rischio;
  3. un tutor ogni 12 studenti per attività a basso rischio.

Per quanto riguarda le incombenze a carico degli allievi, invece, esse possono essere così suddivise:

  • obbligo di frequenza pari ad almeno il 75% del monte ore previsto;
  • rispetto della normativa vigente in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro negli ambienti di lavoro;
  • rispetto del segreto professionale in ordine a tutte le informazioni specifiche riguardanti le aziende di cui l’alunno entra in possesso durante le sue visite.

Inoltre, lo Stato provvede a stipulare (a suo totale carico), presso l’INAIL, un’assicurazione a favore degli studenti contro gli infortuni e a garantire la copertura assicurativa anche per la responsabilità civile verso terzi. Infine, un’apposita commissione, istituita presso ogni Ufficio scolastico, ha il compito di vigilare sul rispetto delle regole.

Alternanza Scuola Lavoro e Corsi Obbligatori per gli Studenti

È ben noto che il D. Lgs. 81/08 e s.m.i. equipara gli studenti allo status di lavoratori (art. 2 comma 1, lettera a, ndr). Ora, in forza di tale assunto i discenti ricompresi nei programmi di Alternanza hanno diritto a ricevere una formazione generale e una formazione specifica, come previsto dall’articolo 37 del T.U. e dagli Accordi Stato Regioni del 2011.

Il compito di provvedere all’organizzazione della prima spetta ai dirigenti scolastici, mentre la formazione specifica è a carico delle aziende o unità produttive di cui gli allievi saranno ospiti, a meno che all’interno della convenzione non venga raggiunto un accordo diverso che specifichi su quale soggetto ricada l’onere di questo percorso formativo.

Per maggiori informazioni, compila il modulo:

Lascia i tuoi contatti, un nostro consulente ti risponderà rapidamente!

Nome*

Azienda*

Provincia*

Telefono*

Email*

Messaggio*

* Ho letto l'informativa privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/03

Segnala questa pagina ad un amico